LiberaMENTE MAGAZINE

Mangia, prega, ama

di Elena Refraschini

Autore: Elizabeth Gilbert

Titolo: Mangia, prega, ama

Editore: Rizzoli

Collana: Narrativa straniera

Pagine: 396

Prezzo: 18,50 euro

Anno prima edizione: 2010

ISBN: 17042185

 

Elizabeth Gilbert, autrice e protagonista di quest’opera, è la donna più fortunata del mondo: ha il lavoro che sognava, la casa che sognava, il marito che sognava…o forse no? Da piccola teneva nascosta sotto il letto una scatola che custodiva articoli di giornale del National Geographic che parlavano di posti lontani e misteriosi, un piccolo scrigno contenente il sogno di una vita: scrivere e viaggiare. Vent’anni dopo, quel sogno si è avverato? A metà. Elizabeth è sì una scrittrice di successo (lavora per GQ e per il New York Times Magazine), ma è incatenata ad un matrimonio che la soffoca, e soprattutto: non vuole avere quel bambino. Quel bambino che sarebbe stato la naturale coronazione dell’esistenza della classe medio-alta americana.

Dopo aver raggiunto la dolorosa consapevolezza del non voler più restare accanto al marito, Elizabeth si imbarca in una frustrante operazione per riuscire a divorziare, che giunge a buon fine soltanto quando all’ex-consorte viene offerta anche parte dei ricavi derivati da tutti i libri e da tutti gli eventuali riadattamenti cinematografici delle opere della ex moglie.

Dopo l’esperienza traumatica del divorzio, Elizabeth si getta in una relazione malsana con un uomo molto più giovane di lei: relazione passionale ma anche squilibrata, che finirà col lasciarla ancora più esausta e ferita di prima.

Nel pieno di una crisi esistenziale, la donna decide di intraprendere un viaggio intorno al mondo lungo un anno alla ricerca di ciò che più le manca: il piacere, la preghiera, l’equilibrio. L’Italia è la destinazione per godere dei piaceri del cibo, un ashram in India aiuta “Liz” a scoprire la potenza della preghiera e della meditazione, mentre l’isola indonesiana di Bali è il setting ideale per ammirare ed imparare la saggezza infinita di un vecchio “santone” (101 anni o 60, chi può dire?).

La scrittrice ci accompagna per mano lungo questo viaggio attraverso 108 piccole storie, come 108 sono le perline che compongono la collana buddista per la preghiera (da cui, tra l’altro, deriva il nostro rosario). Sono 36, allora, le piccole “perle”-storie dedicate a ciascun Paese ed al tema della ricerca a loro connesso. La prosa è fluida e ricca, a tratti divertente, a tratti davvero comica, ma anche a volte drammatica e davvero tragica.

In lingua originale, il libro uscì nel 2006 e balzò subito in vetta alle classifiche, rimanendoci per molto tempo (tuttora, è il bestseller incontrastato nell’ambito dei racconti di viaggio). Perché, allora, lo possiamo leggere in italiano solo ora? Perché le vendite del libro sono ora stimolate dalla contemporanea uscita dell’omonima pellicola, prodotta dalla Plan B con Julia Roberts, Javier Bardem e James Franco (vai alla recensione del film). Può essere che il libro sia stato considerato, in questi anni, troppo rischioso dal punto di vista editoriale: primo, perché racconta la storia da un punto di vista squisitamente americano; secondo, perché buona parte della vicenda è ambientata in Italia e molte sono le frasi in italiano nel libro originale, il cui effetto si sarebbe sicuramente perso in una eventuale traduzione nella nostra lingua (a poco serve, infatti, la dicitura “* in italiano nel testo). Ma l’uscita del film deve avere definitivamente convinto la Rizzoli, che proprio in questi giorni ha pubblicato questa meravigliosa storia di viaggi e scoperte che è già in testa alle nostre classifiche.

I temi trattati sono, in definitiva, universali: la ricerca della pace interiore, di un contatto personale con Dio (con qualsiasi nome lo si voglia chiamare), di un equilibrio duraturo che permetta lo sbocciare della felicità. È una storia, dunque, che nonostante il punto di vista chiaramente connotato può toccare le corde di ciascun lettore, trasportandolo in un emozionante viaggio intorno al mondo in compagnia di una donna straordinaria, capace di strafogarsi di pizza a Napoli, raggiungere l’apice della meditazione in India, e tornare a credere nell’amore e nel perdono a Bali. Consigliato!

 

Acquista il libro:

http://www.ibs.it/code/9788817042185/gilbert-elizabeth/mangia-prega-ama.html

Condividi

© LiberaMENTE MAGAZINE 19 settembre 2010
HTML Comment Box is loading comments...